Stampa


La perversa giovinezza di Rodrigo Borgia
Visualizza Ingrandimento


La perversa giovinezza di Rodrigo Borgia



Aitante, fascinoso e perverso.

È Rodrigo Borgia, futuro papa Alessandro VI, descritto nei suoi sfrenati anni giovanili. Si confessa senza pudori, non sa cos’è il pudore, da sempre segue solo la sua istintiva passionalità e il suo inesauribile appetito sessuale. Un incantatore al quale le donne non sanno resistere, stregate dagli sguardi dei suoi vellutati occhi neri.

Figlio di un fiero ma oscuro nobile di Jativa - paese a sud di Valencia - ha la fortuna di essere nipote del potente cardinale Alonso Borgia che lo vuole accanto a sé nell’Urbe. Lasciata la Spagna e le sue piccanti avventure agresti, Rodrigo si tuffa nei piaceri raffinati di Roma. L’atmosfera frizzante dell’Urbe - con le sue provocanti matrone dai costumi liberi, le incantevoli cortigiane e le centinaia di meretrici senza scrupoli, con i suoi strabilianti palazzi, con le sue infinite occasioni di piaceri, di tentazioni e di intrighi di potere - seduce il giovane Borgia che diventa da subito attivo protagonista di quel mondo. Circondato da amici compiacenti e viziosi, Rodrigo passa da una relazione all’altra con disinvoltura, non c’è voglia che non soddisfi, non c’è sfida che non lo ecciti. Non trascura però gli studi di giurisprudenza e coltiva  ambiziosi sogni di potere che si concretizzano con l’elezione al soglio dello zio Alonso, papa Callisto III.

Ottenuta la prestigiosa carica di vice-cancelliere, Rodrigo è al culmine del successo, ma il destino gli riserva un imprevisto che scompagina la sua vita di gaudente: l’amore. Non un amore giocoso e fugace, né mercenario o di convenienza, ma un sentimento mai provato prima, che porta con sé anche sofferenza. L’amore della sua vita è incarnato da Vannozza Cattanei: sensibile, pepata, dall’intelligenza vivace e dai seni generosi.

Legarsi a una donna però non era nei piani di Rodrigo: la libertà d’amare tutte quelle che voleva era il suo credo, ma ora questo sembra aver perso importanza e il pensiero dominante di lei occupa le sue giornate.

Il Borgia capisce di trovarsi a un bivio: non può più tergiversare. Per un giorno intero lascia le sue incombenze di cardinale e galoppa attraverso la campagna romana fino a Ostia. Riflette sul suo passato e scandaglia il fondo della sua anima fino a quando, sulla via del ritorno, mentre il tramonto incendia Roma, scoprirà di avere nel cuore la sua scelta…

Anno di pubblicazione : 2015

Casa editrice : Narcissus.me

Link per acquisto : Amazon Kindle Store | Bookrepublic.it | IBS.it